venerdì 14 dicembre 2018, ore
HOME
IL ROMA - De Laurentiis invoca la Var, ma domenica nessuno ha visto il rigore su Callejon
27.11.2018 11:24 Fonte: Salvatore Caiazza per il Roma

La premessa è che non ci sono scuse per il pari del Napoli contro il Chievo. Gli azzurri avrebbero dovuto far valere la loro superiorità battendo facilmente l’ultima in classifica. Certe partite, però, possono cambiare se c’è un episodio a favore. Come il calcio di rigore. Come quello che ci poteva stare sulla spinta di Obi su Callejon. L’ex interista si è disinteressato del pallone ed ha spinto lo spagnolo in area evitandogli di avvicinarsi alla porta e calciare. Per Chiffi è stato tutto regolare, anche perché era dietro e non è riuscito a vedere bene l’azione. Ma cosa stavano facendo al Var sia Nasca che Costanzo? Possibile che con tutte le telecamere a disposizione non abbiano avuto alcun dubbio su quell’episodio? Magari il direttore di gara non lo avrebbe dato riguardando le immagini ma doveva essere comunque chiamato in causa. Così non è stato e si è sorvolato. Eppure De Laurentiis mercoledì scorso aveva voluto incontrare la stampa sul roof dell’Hotel Vesuvio per parlare di questo. Aveva chiamato a gran voce l’autorità degli uomini della Var affinché collaborassero di più con l’arbitro. Altrimenti a cosa serve un apparato del genere se non si interviene in certe situazioni. Ha osato non poco don Aurelio con quelle affermazioni e non vorrei che qualcuno se lo è legato al dito. Gli arbitri sono una casta e nessuno vuole che vengano messi in discussione. A pensar male si fa peccato ma certi episodi accadono e per forza di cose bisogna parlarne. Perché se si resta zitti poi passa tutto sotto traccia. Magari è stato casuale il fatto che De Laurentiis ha alzato la voce e domenica nessuno ha visto il rigore su Callejon. Ma il dubbio resta che le parole del presidente abbiano fatto indispettire i capi e i diretti interessati. Intanto bisogna guardare avanti. E quindi alla partita di domani sera di Champions contro la Stella Rossa. In Europa il Var ancora non c’è ma presto arriverà perché come giustamente dice Aurelio vengono fatti degli investimenti che non possono essere buttati al vento per l’errore umano del direttore di gara. Al San Paolo arrivano gli avversari dell’esordio che a casa loro riuscirono a rimanere indenni nonostante le tante palle gol del Napoli. Anche lì ci fu un palo, quello di Mertens. L’attacco si dovrà dare una svegliata e non bighellonare come ha fatto domenica con il Chievo. Il passaggio del turno, a prescindere dalla gloria e dall’entusiasmo, vale ben quindici milioni. Non si deve per niente scherzare. Serve l’orgoglio Champions visto nella doppia sfida con il Psg e nell’incontro vinto con il Liverpool. Si deve andare in campo arrabbiati e consapevoli di ciò che ci si gioca. Non servono le ballerine o i tocchettini da campioni, si deve buttare il pallone dentro. E senza mezzi termini. Si è in una fase delicata della stagione dove ci si gioca tanto. Abbiamo elogiato Ancelotti ai massimi livelli e neanche ci arrabbiamo per la formazione iniziale e per non aver fatto entrare Fabian Ruiz al posto di Ounas nel secondo tempo. Ma Carletto ora deve fare un’altra grande opera di Champions.

ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
VEDI TUTTI I GIOCHI
RISULTATI E CLASSIFICHE IN DIRETTA >>> by Livescore.in