giovedì 4 giugno 2020, ore
L'ANGOLO
CORONAVIRUS - Ceci: "Maradona è un soggetto a rischio, è a casa con la sorella, ma sta bene, in Argentina ci sono 900 contagiati mentre a Dubai solo 200 e due decessi"
01.04.2020 17:28

NAPOLI - Stefano Ceci, amico di Diego Armando Maradona, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la trasmissione sportiva Radio Goal su Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine": “A Dubai sono corsi ai ripari molto prima ma anche qui siamo tutti chiusi. A Dubai hanno chiuso le scuole 30 giorni fa, una settimana prima dell’Italia, anche se qui non c’era nessun rischio. Adesso qui è chiuso anche l’aeroporto e per due giorni siamo stati costretti a stare in casa perché hanno disinfettato la città sia via terra sia via aerea. Molte persone sono state arrestate, 100 nell’ultimo weekend, perché giravano senza autorizzazione. Qui sui cellulari ti arriva un avviso con il quale ti invitano a non uscire. Il Paese è diverso, le usanze sono diverse. Maradona è una persona a rischio. Ha molte patologie perché ha problemi al cuore, al fegato ed è in sovrappeso. È un soggetto a rischio. Non è in isolamento, è a casa con la sorella che gli fa compagnia e con i domestici. Non può uscire ovviamente. Facemmo una videochiamata l’altro giorno e si lamentava della quarantena perché voleva uscire. Anche se lui ha sempre fatto una vita rinchiusa in casa, tra alberghi e quant’altro, però sta bene. Anche in Argentina è sospeso il campionato. In Argentina hanno adottato il metodo italiano perché il virus lì è arrivato più tardi. Gli altri Paesi si sono orientati sulla linea italiana. Sono tutti in quarantena, sono chiusi i ristoranti, i bar. Hanno circa 900 contagiati in tutta l’Argentina mentre a Dubai ci sono 200 contagiati e solo due morti in tutti gli Emirati. Sono ben diversi dall’Italia i numeri. Stanno cercando di contenere per poter ritornare il prima possibile, evitando i decessi quanto più possibile”.

Loading...
 
ULTIMISSIME L'ANGOLO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>