Altri Sport
A ROMA - "Padel e Salute", Abodi in campo per la prevenzione
09.06.2023 18:28 di Redazione

La prevenzione come strumento principale della salute, con il ministro dello sport e dei giovani Andrea Abodi in campo per la quarta edizione di 'Padel e salute'. Due giorni di screening gratuiti, organizzati dall'Università La sapienza di Roma assieme alle aziende ospedaliere Policlinico Umberto I e Policlinico Sant'Andrea e l'Associazione culturale "Capire per Prevenire". Al centro SapienzaSport a Tor di Quinto, oggi e domani verranno offerte visite mediche gratuite e postazioni di consulenza psicologica e sanitario presso il "Villaggio della Salute": una tensostruttura di 400 mq allestita per l'evento e curata dai professionisti dell'Area di Scienze della Salute delle Facoltà Mediche di Sapienza ospiterà le 23 diverse specialistiche: da endocrinologia a ginecologia, fino a pediatria e cardiologia. "Comparto sanitario e sportivo devono andare avanti insieme sempre con maggiore sintonia - dice Abodi, sceso in campo giocando a padel -. E' un po' come il rapporto tra lo sport e la scuola: sono due elementi su cui dobbiamo costruire un futuro migliore. Nella scuola per migliorare il capitale umano, mentre qui per migliorare il capitale salute, perché la salute è un patrimonio prezioso che va alimentato anche attraverso lo sport, che deve essere un grande canale di promozione della prevenzione, oltre che prevenzione esso stesso, perché praticando sport ci si immunizza un pochino". "La promozione dei corretti stili di vita è un'azione necessaria, un dovere a cui le istituzioni, ognuna con le proprie competenze, sono chiamate a favore di ogni individuo e della collettività tutta", aggiunge la rettrice dell'ateneo Antonella Polimeni. "L'appuntamento con Padel e salute - dice il direttore generale del Policlinico Umberto I Fabrizio d'Alba - è divenuto l'appuntamento per eccellenza con la prevenzione. Un impegno che vede il nostro ospedale sempre più coinvolto e partecipe grazie soprattutto alla collaborazione fattiva dei nostri medici".

ULTIMISSIME ALTRI SPORT
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
A ROMA - "Padel e Salute", Abodi in campo per la prevenzione

di Napoli Magazine

09/06/2024 - 18:28

La prevenzione come strumento principale della salute, con il ministro dello sport e dei giovani Andrea Abodi in campo per la quarta edizione di 'Padel e salute'. Due giorni di screening gratuiti, organizzati dall'Università La sapienza di Roma assieme alle aziende ospedaliere Policlinico Umberto I e Policlinico Sant'Andrea e l'Associazione culturale "Capire per Prevenire". Al centro SapienzaSport a Tor di Quinto, oggi e domani verranno offerte visite mediche gratuite e postazioni di consulenza psicologica e sanitario presso il "Villaggio della Salute": una tensostruttura di 400 mq allestita per l'evento e curata dai professionisti dell'Area di Scienze della Salute delle Facoltà Mediche di Sapienza ospiterà le 23 diverse specialistiche: da endocrinologia a ginecologia, fino a pediatria e cardiologia. "Comparto sanitario e sportivo devono andare avanti insieme sempre con maggiore sintonia - dice Abodi, sceso in campo giocando a padel -. E' un po' come il rapporto tra lo sport e la scuola: sono due elementi su cui dobbiamo costruire un futuro migliore. Nella scuola per migliorare il capitale umano, mentre qui per migliorare il capitale salute, perché la salute è un patrimonio prezioso che va alimentato anche attraverso lo sport, che deve essere un grande canale di promozione della prevenzione, oltre che prevenzione esso stesso, perché praticando sport ci si immunizza un pochino". "La promozione dei corretti stili di vita è un'azione necessaria, un dovere a cui le istituzioni, ognuna con le proprie competenze, sono chiamate a favore di ogni individuo e della collettività tutta", aggiunge la rettrice dell'ateneo Antonella Polimeni. "L'appuntamento con Padel e salute - dice il direttore generale del Policlinico Umberto I Fabrizio d'Alba - è divenuto l'appuntamento per eccellenza con la prevenzione. Un impegno che vede il nostro ospedale sempre più coinvolto e partecipe grazie soprattutto alla collaborazione fattiva dei nostri medici".